v  
   


 





 


 


<Segue

Ben presto i media si interessano al film ma, insieme alla fama tanto ricercata, Mercedes riceve le proteste di alcuni gruppi estremisti ed e-mail che, man mano che le riprese continuano, si trasformano in vere e proprie minacce di morte. Cosmo Ritcher, agente speciale dei Seal momentaneamente in vacanza, viene ingaggiato dall'agenzia di sicurezza Troubleshooters per proteggere la produttrice da possibili attentati alla sua persona. Un equipe ben addestrata lavora al suo fianco e anche l'FBI si interessa al caso, ma la persona da scovare, quella che i Seal ritengono sia un serial killer di professione, si rivela una mente astuta e brillante che difficilmente lascia tracce alle sue spalle. Ciononostante Mercedes non vuole interrompere le riprese del film e Cosmo si trova a dover interagire con una donna molto testarda che, dopo un inizio burrascoso, si rivela molto attraente. In uno scenario complicato dalla presenza dei riflettori, l'agente Seal si troverà a dover fare i conti con i propri sentimenti e con un serial killer pronto a tutto pur di raggiungere il suo obiettivo.
Il rapporto tra l'agente Seal e la produttrice cinematografica è sicuramente il perno su cui si sviluppa la storia, tuttavia il romanzo non sarebbe così avvincente senza le relazioni intrecciate fra personaggi con una personalità ben distinta. Tra questi i più importanti sono Jules Cassidy, l'agente omosessuale dell'FBI, presente in altri romanzi della scrittrice, Robin, fratellastro di Mercedes, un latin lover alle prese con una crisi d'identità per la parte che sta svolgendo nel film, Adam, ex fidanzato di Jules Cassidy, un ragazzo affascinante che riesce a destabilizzare facilmente le persone con cui si trova e infine Patty, la nuova stagista di Mercedes, perdutamente innamorata di Robin. Le storie, gli amori, le passioni, le gelosie, le delusioni di questi personaggi si intrecciano in uno strano meccanismo perfettamente descritto da Suzanne Brockmann ed è proprio questa la caratteristica principale presente nei romanzi di questa scrittrice. Parallelamente alla tensione e alla suspense, ovvero gli elementi ricorrenti nel thriller, in questa storia i sentimenti e i legami fra le persone vengono sviluppati in maniera meticolosa e occupano un ruolo molto importante ai fini della trama. Ogni personaggio ha, infatti, una parte ben precisa nella storia e svolge un compito ben delineato che risulterà risolutivo al momento della resa dei conti. Si tratta, in definitiva, di un thriller ben costruito in cui spiccano la costruzione della psicologia umana e i legami affettivi.

 

.

 


(pubblicato su www.romanoir.it il 13.03.2009)

   


Roma Noir 2008
"Hannibal the Cannibal c'est moi?" Realismo e finzione nel romanzo noir italiano

a cura di Elisabetta Mondello
(Robin Edizioni 2008)
























Concorso Letterario
Roma Noir 2009
per tre racconti inediti


Vincitori

1° classificato
Sala d'attesa
di
Carmen Maffione

2° classificato
Terapia d'urto
di
Silvia Premoli

3° classificato ex aequo
Il demone della Buonanotte
di
Andrea Franco

3° classificato ex aequo
Dolcemente verso il basso
di
Massimiliano Govoni


Leggi i racconti



   
 
Roma Noir tutti i diritti riservati Copyright 2005 programmazione e grafica di Roberta Mochi e Alessia Risi